A B C D E F G H I J K L M N O P R S T U V Z

Pancromatica
Emulsione presente sulle pellicole fotogaflche sensibile a tutti colori dello spettro visibile e a una certa banda dell’UV.
Panning
Tecnica con la quale si segue il movimento del soggetto durante l’esposizione, impostando tempi lunghi in modo da nprenderlo nitidamente. Lo sfondo statico della scena assume un effetto mosso.
Paraluce
Accessorio che viene montato stilla lente frontale dell’obiettivo per proteggerlo da inde- siderati raggi di luce obliqui.
Pellicola
Supporto trasparente sul quale viene stesa uifemulsione fotosensibile. Nelle pellicole a colori gli strati sono tre, ognuno dei quali sensibi le a un diverso colore.
Pellicola lenta
Pellicola con poca sensibilità alla luce.
Pellicola luce artificiale
Chiamata anche “al tungsteno”, è una pellicola tarata per fotografare con sorgenti luminose a incandescenza (3200 K). Esponendola con luce diuma si può notare una dominante blu.
Pellicola luce naturale
O day-light, e una pellicola tarata per luce diurna o per l’impiego del flash. Se usata con luce a incandescenza produce una dominante arancione.
Pellicola rapida
Detta anche veloce, indica una pellicola molto sensibile alla luce.
Pentaprisma
Sistema ottico a specchi presente normalmente nelle fotocamere 35 mm che facilita la visione sullo schermo di messa a fuoco raddrizzando e invertendo l’immagine che arriva dallo specchio reflex.
Photosite (fotoelemento)
Piccolo elettrodo situato sulla superficie del sensore.
Piano focale
Piano sul quale si forma l’immagine nitida del soggetto generalmente perpendicolare all’asse ottico dellbbietrivo.
Polaroid
Marca di uno dei più diffusi apparecchi per realizzare fotografie a sviluppo immediato.
Polarizzazione
Si pratica anteponendo all’obiettivo un filtro che obbliga la luce a vibrare su un unico piano al fine di eliminare o attenuare i rfllessi.
Portanegativo
Nell’ingranditore alloggiamento dove inserire il negativo; è posizionato tra l’obiettivo e la sorgente luminosa.
Posterizzazione
Riduzione dei toni di un’mmagine, che la renderà più piatta.
PPI (Pixel Per Inch)
Unità di misura della risoluzione.
Priorità di apertura
Modalità di scatto che consente di definire l’apertura del diaframma.
Priorità di otturazione
Modalità che permette di definire il tempo di otturazione.
Profondità di campo
Distanza fra i soggetti più vicini e quelli più lontani contemporaneamente a fuoco. La profondità di campo e determinata da tre fattori: l’apertura del diaframma, la lunghezza focale dell’obiettivo e la distanza di messa a fuoco.
Proiettore
Strumento utilizzato per riprodurre su uno schermo l’immagine ingrandita di diapositive.
Prospettiva
Rappresentazione della profondità di un soggetto su una superficie bidimensionale.
Prospettiva aerea
Effetto di profondità provocata dalla perdita di dettaglio delle zone più lontane. È evidenziata dalla foschia o dal pulviscolo.
Prospettiva lineare
Effetto di profondità provocata dalla convergenza delle linee parallele con l’aumentare della distanza.
Prosumer
Un tennine usato nel gergo del marketing che colloca le fotocamere intermedie fra il mercato professionale e quello consumer.
Provino
Serie di prove realizzate in camera oscura per determinare l’esatta esposizione o filtratura delle stampe.
Punto di vista
La posizione dalla quale il fotografo punta la macchina fotografica per osservare il soggetto.